Projet de la réserve écologique Los Yaltes

Reforestation et préservation de la « forêt des nuages » de Los Yaltes.

Los Yaltes nell’area di Chontal Alto è una riserva ecologica di 200 ettari nell’ambito del programma di protezione forestale, dove risiedono più di un centinaio di specie differenti di volatili, una quarantina di specie di mammiferi, includendo il puma e l’orso con gli occhiali, oggi in via di estinzione, migliaia di  piante tropicali endogene, numerose varietà di orchidee, alcune delle quali molto rare, di bromeliacee e epifiti. Numerose specie di batraci, come quelle endemiche delle rane marsupiali e quelle di vetro. In questo contesto.

Tutto questo nel contesto della regione conosciuta come Bioregione del Choco che si estende dal sud di Panama alla Colombia e dal nord ovest dell’Ecuador al versante orientale delle Ande. Il progetto si prefigge di sviluppare una Riserva naturale per la biodiversità, con un proprio centro studi e ricerche in biologia, ecologia, ornitologia. Inoltre, sviluppare attività universitarie, e tutte quelle iniziative che favoriscano la ricerca per la conservazione e la biodiversità.

Importante sottolineare, l’attività di riforestazione principalmente delle seguenti varietà:

Motilón (Hyronema rachidien), Cedro (Sp Cedrela.), Guayabillo (Campornanesis sp.), Cuero de Puerco (sp Pollalesta.), Colca (Miconia sp.), Tarqui (Hedyosmum sp.), Guabo (Inga sp.), Poroton (Erythrina megislophylia), Lechero (Euphorbia laurifolia), Chachacoma (Weinnmania pinata), Arrayan, Yaltes e Verbenacia .

Alcuni investimenti sono stati già effettuati, per accogliere studiosi e visitatori, comprese piattaforme in legno con tende, con vista sulla foresta per osservazioni e studi,  per un totale di 160 mila dollari mentre sono necessari ancora circa 270 mila dollari per completare la parte di infrastruttura scientifica (laboratori).

La popolazione locale indigena e’ convolta nel progetto nel quale trova una entrata addzionale alle loro normali attività MAN.SE.F sta dando supporto all’Università Cattolica dell’Ecuador e a Biotec Quito per il calcolo, e commercializzazione dei certificati di carbonio sul mercato secondario come entrata finanziaria addizionale per garantire sostenibilità alla riforestazione e all’intero progetto. Inoltre e’ in fase di finalizzazione una raccolta fondi utilizzando piattaforme internet, sulla falsa riga del meccanismo del crowdfunding.

http://mansefonlus.org/wp-content/uploads/2017/11/Equador.pdf

Fai click sul link per vedere il trailer:

Share on whatsapp
WhatsApp
Share on facebook
Facebook
Share on linkedin
LinkedIn
Share on twitter
Twitter